Energialab.it
  I software Labelab
  Labelab
  Informazioni

 1 – LE FONTI RINNOVABILI DI ENERGIA 

23/04/2006
Da decenni ormai si parla di fonti rinnovabili di energia, anche se fino a pochi anni fa non era mai stato fatto nulla di veramente concreto affinché esse prendessero piede e sostituissero, almeno in parte, quelle tradizionali. Le cause di questa situazione di stallo sono state tradizionalmente assegnate agli scarsi rendimenti che la conversione energetica di questo tipo di fonti ha rispetto a quelli garantiti dalle fonti tradizionali; ciò è da ascriversi ad una serie di problemi tecnici cui l’attuale livello di sviluppo tecnologico finora non è stato in grado di ovviare in modo economicamente conveniente. Più in generale, però, esse vanno ricercate nella convinzione umana secondo la quale la grandezza del nostro pianeta sarebbe sempre stata in grado di assorbire e diluire tutto l’inquinamento prodotto dall’uomo senza grossi danni per gli ecosistemi.
Col tempo, questa convinzione si è progressivamente trasformata in preoccupazione e allarmismo per le sorti della vita sulla terra e, a partire dai primi anni del terzo millennio, ha posto l’uomo nella necessità di dover dare una svolta nell’uso delle risorse energetiche del pianeta, finora assolutamente scriteriato ed insostenibile. La gravità della situazione risulterà sicuramente più evidente se si considera che le tradizionali fonti di approvvigionamento energetico sono destinate ad esaurirsi in tempi più o meno brevi, a seconda che si prendano in considerazione scenari più o meno pessimistici circa la reale entità delle riserve mondiali di combustibili fossili.
La presa di coscienza da parte di tutti e degli organi istituzionali in primis su questo stato di cose, rafforzata da una domanda di energia sempre crescente a ritmi insostenibili, non è che il primo passo di un lungo cammino il quale, passando attraverso grossi investimenti nel campo della ricerca, sta progressivamente portando le fonti di rinnovabili ad abbandonare lo status di fonti “virtuali” di energia per acquisire quello di reali alternative al petrolio e simili. In questo processo di promozione ed incentivazione degli investimenti e della ricerca, l’Italia, al pari di tutti i Paesi dell’Unione Europea, ha assunto fin da subito un ruolo di protagonista, forse anche perché fra i Paesi più industrializzati è quello che dipende maggiormente da importazioni dall’estero per far fronte al proprio fabbisogno energetico. Il cammino è ancora molto lungo, ma i primi risultati sono confortanti e fanno ben sperare per il futuro.
Il presente lavoro, partendo da un’analisi della situazione attuale e delle prospettive legate all’uso dei combustibili fossili, si propone di delineare le caratteristiche peculiari di ciascuna delle fonti di approvvigionamento energetico assegnate alla categoria delle rinnovabili e, facendo riferimento a dati prelevati da fonti istituzionali, valutarne singolarmente l’attuale livello di implementazione e le potenzialità di sviluppo. Il risultato è che tali fonti di energia hanno un enorme potenziale e tale da consentire il conseguimento dei pur molto ambiziosi obiettivi fissati con la ratifica del protocollo di Kyoto.


Link: /Downloads/Schede/FontiRinnovabiliEBiomasse01.pdf



  energialab ricorda:

LabeBlog, Conversazioni Sostenibili nel blog di Labelab
 Cerca nel sito
  Vai
Translate this page
 Menu navigazione
Precedente
Successivo
 Stampa
 Aggiungi ai preferiti
 Invia ad un amico
 Segnala un errore
 
 
energialab.it è un progetto di Labelab Srl, visita anche www.rifiutilab.it e www.acqualab.it!
 
 
© 2003- Copyright Labelab Srl (P.IVA:02151361207) - Tutti i diritti riservati